ARCIPELAGO CAMPANO E LA COSTIERA AMALFITANA

Situate nel Mar Tirreno Centrale sul versante occidentale della costa italiana costituiscono una sorta di coronamento del Golfo di Napoli. L’arcipelago è formato da 3 isole principali Capri, Ischia e Procida.




Meta prediletta, nell’antichità degli imperatori romani, è tuttora possibile ammirarne le opere e le ville. Luoghi di ineguagliabile bellezza naturale offrono altresì la possibilità di un soggiorno movimentato da shopping di alta qualità, eventi mondani e culturali, in una atmosfera unica per la sua poesia.

La Base: Ischia (Casamicciola)
   Come arrivarci:
      in aereo all’aeroporto di Napoli Capodichino a 45’ di aliscafo
      in treno alla stazione FS di Napoli a 45’ di aliscafo
      in auto con l’autostrada A2 uscita Napoli a 45’ di aliscafo
Distanza dall'Isola Principale di Ischia (Casamicciola)
   Ventotene (Cala Rossano) mg.22
   Napoli (Mergellina) mg.17
   Capri (Marina Grande) mg.20
   Gaeta (Porto) mg.32
   Ponza (Porto) mg.44

ISCHIA La più grande delle Flegree, sovrastata dal monte Epomeo, famosa per le risorse idrotermali e per il clima mite e temperato, è meta del turismo internazionale. Caratteristica dominante dell’isola è il verde lussureggiante, presente non solo sulle cime dei piccolissimi scogli e nei vigneti, ma anche nelle pietre, che costituiscono il tipico " tufo verde. Il porto principale funge anche da accesso all’abitato dell’isola, che si estende fino al Castello Aragonese, la cui costruzione risale al V secolo a.C. Altri porti sono: Casamicciola, Forio d’Ischia e S. Angelo. Quest’ultimo, costruito sul lato Est di una lingua di sabbia, che collega Punta S. Angelo alla terraferma, è uno degli angoli più pittoreschi dell’isola la cui naturalezza è rimasta inalterata.

PROCIDA Sicuramente la meno conosciuta tra le isole partenopee, prende il nome dal verbo: "prochyo", che significa eruttata, essa infatti trae origine da alcuni vulcani spenti. La costa, a picco sul mare, è di natura tufacea, ma spostandosi nell’entroterra, l’isola si presenta ondulata e ricca di orti e giardini. L’ambiente marino e quello terrestre sono perfettamente integrati e creano, tra loro, un meraviglioso ed impareggiabile connubio. Porto principale dell’isola è Marina di Procida, borgo di pescatori, comprende due vasti bacini, quello Est è utilizzabile dai diportisti. A Sud dell’isola potrete visitare la Corricella, porto di pescatori, dove venne girato il famoso film " il Postino" di M. Troisi e Chiaiolella, graziosissimo villaggio di pescatori, dalle casette rosa o giallo – ocra, approdo sicuro e ridossato da quasi tutti i venti. In estate, la festa più importante, è la Sagra del Mare, in onore di "Graziella" protagonista dell’omonimo romanzo di Alfonso La Martine.

CAPRI Il suo nome, deriva dal greco Kapros (Isola dei cinghiali) ed è formata da due Comuni, Capri e Anacapri. Le sue coste sono molto alte e frastagliate, la massima altezza è il Monte Solare (m. 586 slm) dal quale si gode una stupenda vista su tutto il Golfo di Napoli. Il suo clima temperato e molto umido favorisce una flora rigogliosa. L’Isola ha una fauna molto scarsa, ma esiste una specie endemica che è la lucertola azzurra che vive solo a Capri.

L’unico Porto dell’Isola, situato sulla costa Settentrionale è Marina Grande, ma è possibile l’ancoraggio ad Est o ad Ovest di quest’ultimo, o nel caso di venti da Nord nell’ansa di Marina Piccola (sul versante Sud dell’Isola). Da Marina Grande si sale a Capri sia a piedi che con la funicolare. Durante l’epoca Romana furono costruite sull’isola 12 ville delle quali è ancora possibile visitarne i resti. Le insenature da visitare sono: la Cala di Matermania, la Cala Ventroso, la Grotta Bianca, La Grotta Verde e la famosissima Grotta Azzurra. Famosissima la Piazzetta di Capri. Il 14 Maggio si festeggia San Costanzo con una processione per le vie di Capri.

COSTIERA AMALFITANA Le origini di Amalfi e degli altri centri della Costa sono avvolte nelle nubi della leggenda: da quanto emerge dalle testimonianze del geografo greco Strabone ( I sec. a.C.), in età classica la Costiera doveva essere quasi completamente disabitata, e l'unico insediamento esistente ai confini orientali del litorale amalfitano risulta essere stato l'etrusca Marcina, coincidente forse con l'odierna Vietri sul Mare. In nessun posto i colori risplendono così diversi e limpidi come nella Costiera Amalfitana, da sempre meta elegantissima di visitatori prestigiosi. Incastonati come impareggiabili gemme in un preziosissimo diadema, i paesini disseminati sulla costa catturano ogni turista, anche il più smaliziato. Qui tutto diventa simbolo: la terra ricca di agrumi, il mare con le più incredibili tonalita di blu e verde, le suggestive spiaggette, le piccole isole, gli agglomerati di casette bianche, rosa, gialle attorno a minuscoli porticcioli. Il suo fascino non è riposto solo nei luoghi, ma anche nella storia che ha lasciato grandiose testimonianze nell'arte: chiese, ville e monasteri sono qui tra i più belli.

Temperature
medie c°
MarzoAprileMaggioGiugnoLuglioAgostoSettembreOttobreNovembre
Massime15°18°23°26°29°30°26°22°17°
Minime12°16°18°18°15°12°
Precipitazioni
medie (mm)
MarzoAprileMaggioGiugnoLuglioAgostoSettembreOttobreNovembre
Massime235219203126152112203348376
Minime86765034244280130162
Venti
prevalenti(kn)
MarzoAprileMaggioGiugnoLuglioAgostoSettembreOttobreNovembre
Intensità8.58.58.58.58.58.55.05.05.0
DirezioneS-SWS-SWS-SWS-SWS-SWS-SWS-SWS-SWS-SW